Microsoft Surface Pro 8: recensione i5 8GB 256GB

da | 10 Gennaio 2023 | PC e laptop, Informatica, Recensioni, Smartphone e tablet

Il punteggio della redazione
Microsoft Surface Pro 8

4.8 / 5
Design: 5
Display: 5
Prestazioni: 4.5
Tastiera: 5
Autonomia: 4.5

Tempo di lettura stimato:

Microsoft Surface Pro 8 è entrato da qualche mese a far parte delle dotazioni della redazione di Techpeople. Abbiamo scelto la versione i5 con 8 GB di memoria RAM e 256 GB di memoria interna SSD perché dalle nostre valutazioni, e per le nostre esigenze, era la versione meglio bilanciata in termini di prestazioni e di prezzo.

Nonostante l’uscita di Surface Pro 9, di cui abbiamo parlato nel nostro articolo dedicato, Pro 8 è ancora un prodotto competitivo ad un prezzo più basso.

Se desideri avere una visione più ampia della linea Surface Pro 8, ti invitiamo a leggere la nostra guida dedicata alle differenti versioni di Microsoft Surface Pro 8.

Non indugiamo oltre, quindi, e iniziamo subito ad analizzare caratteristiche e prestazioni del nostro Surface Pro 8.

Specifiche tecniche Microsoft Surface Pro 8

Schermo13 pollici, 450 nits luminosità
Memoria RAM8 GB, 16 GB, 32 GB
Memoria di archiviazione128, 256, 512 GB, 1TB
ProcessoreProcessore Intel® Core™ i5-1135G7 quad-core di undicesima generazione, progettato sulla piattaforma Intel® Evo™
Processore Intel® Core™ i7-1185G7 quad-core di undicesima generazione, progettato sulla piattaforma Intel® Evo™
Scheda graficaGrafica Intel® Iris® Xe
Connessioni e porte2 porte USB-C® con USB 4.0/Thunderbolt™ 4
Connettore jack per cuffie da 3,5 mm
1 porta Surface Connect
Porta per Cover con tasti per Surface
Compatibile con l’interazione all’esterno dello schermo tramite Surface Dial
Sistema operativoWindows 11
Dimensioni e peso287 x 208 x 9,3 mm, 891 g
Scheda tecnica di tutte le varianti Microsoft Surface Pro 8

Nuovo design con angoli stondati per Surface Pro 8

Il design di Surface Pro 8 aperto
Il design del nuovo Surface Pro 8

Il nuovo design con angoli stondati dà maggiore freschezza alle linee del nuovo Surface Pro 8, anche se si allontana dal classico ed iconico design monolitico a cui eravamo abituati. Le cornici ridotte, che a prima vista sembravano rendere scomoda la presa in modalità tablet, ci hanno in realtà convinto, dal momento che le cornici superiore ed inferiore sono comunque leggermente più ampie.

Il display di Microsoft Surface Pro 8

Display PixelSense Flow di Surface Pro 8
Display PixelSense Flow di Surface Pro 8

A partire da Surface Pro X, Microsoft è riuscita a rendere più sottile la cornice, per far rientrare un display da 13 pollici nelle stesse dimensioni di sempre per la linea Surface Pro. Questo offre la possibilità, anche su Surface Pro 8, di avere molto più spazio di lavoro rispetto alle precedenti versioni, rendendo questo Microsoft Surface Pro 8 business oriented.

Sebbene in molti siano fedeli sostenitori della risoluzione 16:9 in 4K, a noi piace considerare queste specifiche più attinenti ad un buon televisore su cui guardare un film. L’ormai iconico formato 3:2 leggermente squadrato a cui Microsoft ci ha abituati non ci fa di certo rimpiangere risoluzioni più wide. Inoltre, utilizzare una risoluzione in 4K, oltre a richiedere un consumo di batteria maggiore, renderebbe le icone e i contenuti del nostro pc estremamente piccoli, seppur perfettamente definiti, per un utilizzo quotidiano.

Surface Pro 8 integra un display PixelSense Flow che arriva fino ad una risoluzione di 2880×1920 pixel a 120Hz di frequenza di aggiornamento. Inoltre, abbiamo decisamente apprezzato l’aumento delle dimensioni dello schermo. Passato dai soliti 12,5 pollici delle precedenti versioni, ai 13 pollici di questo potente Surface 2 in 1.

Anche la luminosità è migliorata per il display Surface Pro 8, che vanta adesso oltre 450 nits. Ancora da rivedere lato software la calibrazione della funzione di luminosità automatica, che non reagisce sempre tempestivamente in tutte le condizioni di luce. Allo stesso modo, lo sblocco con volto Windows Hello, che è solitamente molto reattivo in ambienti interni, ci ha un po’ delusi all’aperto, dove con i riflessi del sole potrebbe capitare di dover comunque inserire il PIN per lo sblocco.

Testiamo le prestazioni di Surface Pro 8

Surface Pro 8 con stand aperto, tastiera e Surface Slim Pen 2
Surface Pro 8 con stand aperto, tastiera e Surface Slim Pen 2

La grande domanda che tutti si pongono prima dell’acquisto di un Surface Pro è: riuscirò a utilizzare i miei software? Un processore Intel i5 è sufficiente per operazioni pesanti? Eccoci a rispondere a tutti i vostri dubbi. E proprio perché non ci piace vincere facile, lo facciamo con una versione base del Surface Pro 8, che nel nostro caso monta un processore Intel Evo i5-1135G7 con 8GB di RAM.

La prima cosa che ci ha colpito nell’utilizzo giornaliero di Surface Pro 8, ma anche durante i nostri test, è che le temperature, da sempre un punto debole di Surface Pro, stavolta non sono così elevate. Il surriscaldamento di Surface Pro 8 è assolutamente nella norma e toccando la parte posteriore, in corrispondenza del processore, notiamo grossi miglioramenti rispetto a Surface Pro 7 e Pro 7+.
Complice ovviamente il nuovo sistema di dissipazione del calore che nel nostro confronto Surface Pro 8 vs Surface Pro 7 Plus, è stato uno tra i fattori determinanti nell’acquisto di Surface Pro 8.

Stress-test prestazioni Surface Pro 8 con Da Vinci Resolve

Stress-test prestazioni Surface Pro 8
Stress-test prestazioni Surface Pro 8

Abbiamo condotto per voi, un semplice stress test, impostando il nostro Surface Pro 8 per erogare le massime prestazioni e rimuovendo il risparmio energetico. Le operazioni generalmente più onerose per un pc sono quelle di rendering. Utilizzando quindi il software di post-produzione video Da Vinci Resolve, abbiamo lavorato su un file video di un minuto.

La riproduzione del video in timeline è fluida con video in full HD (risoluzione 1920 x 1080 px), mentre se lavoriamo in 4K (risoluzione 3840 x 2160 px), la riproduzione comincia a diventare scattosa, rendendo più difficili le operazioni di montaggio video. Impostando la timeline proxy mode ad un quarto della risoluzione le cose migliorano, ma non di molto.

Abbiamo quindi provato a fare un test di rendering del nostro video di un minuto in 4K (3840×2160 Ultra HD) a 60 fps in formato MP4. Il tempo di esportazione con Surface Pro 8 i5 8GB è stato di 17 minuti e 19 secondi. Mentre il tempo di esportazione dello stesso video in full HD (1920×1080) è stato di 5 minuti e 20 secondi.

Coda di rendering su Da Vinci Resolve per il nostro stress-test prestazioni Surface Pro 8 i5 8GB RAM
Coda di rendering su Da Vinci Resolve per il nostro stress-test prestazioni Surface Pro 8 i5 8GB ram

Montare video e renderizzare con Surface Pro 8 è quindi possibile, ma preferibilmente a determinate condizioni. Il particolare e sottile design di Surface Pro 8 ha portato gli ingegneri a ridisegnare anche il sistema di raffreddamento termico. Se un programma pesante è già attivo e in esecuzione, come ad esempio un programma di montaggio video, è consigliabile non aprire anche altri programmi che richiedano un utilizzo intensivo della CPU, almeno se avete solo 8GB di RAM e processore i5 nella vostra configurazione Surface Pro 8.

I software che abbiamo testato infatti non sono mai andati in crash, arrestandosi senza preavviso. Ma la lentezza di alcune operazioni è dovuta al fatto che, non essendoci una GPU dedicata su Surface Pro 8, il carico viene assorbito interamente dalla CPU, nello svolgimento di alcune operazioni, e dalla piccola scheda grafica Intel Iris Xe, integrata comunque nel processore Intel Evo di undicesima generazione.

Se operazioni come rendering, montaggio, elaborazione 3D, fanno parte del tuo quotidiano, consigliamo di acquistare una eGPU, ovvero una scheda grafica esterna, e sfruttare le due porte Thunderbolt 4 senza rinunciare alla portabilità di Surface Pro 8.

E questa è infatti la grande potenzialità di questo Surface 2 in 1, la possibiltà di essere espandibile, nella memoria così come nella sua potenza. Di seguito trovi alcune proposte di eGPU esterna:

Adobe Photoshop e Surface Pro 8: come si comporta?

Utilizzo di Adobe Photoshop su Microsoft Surface Pro 8
Utilizzo di Adobe Photoshop su Microsoft Surface Pro 8

Adobe Photoshop è uno tra i programmi di elaborazione grafica più conosciuti al mondo. Nonostante questo può risultare pesante in alcune operazioni e, su pc poco performanti, potrebbe addirittura crashare e arrestarsi improvvisamente.

Dal momento che molti grafici e disegnatori scelgono Surface Pro, proprio per la sua versatilità e la possibilità di utilizzare la Surface Slim Pen, è opportuno testare bene l’utilizzo di Pro 8 Surface proprio con il programma più utilizzato da grafici e content creators. Abbiamo quindi voluto mettere alla prova il nostro amato Surface Pro 8 i5 8GB RAM, e verificare come si comporta in ambito grafico.

Nell’utilizzo giornaliero e quindi con semplici funzionalità come ridimensionamento immagini, ritaglio, esportazioni batch, Surface Pro 8 si comporta egregiamente. Nessun blocco né tantomeno lag o piccoli rallentamenti del software.

Abbiamo inoltre testato Surface Pro 8 con il formato PSB per documenti grandi, con un file grafico di ritocco professionale di ben 6,97GB. Il file viene caricato in meno di 30 secondi ed è subito pronto per la modifica. Anche con questa tipologia di file non abbiamo notato grossi rallentamenti se non 1 secondo di lag durante l’attivazione della visibilità dei livelli di Photoshop, ma nulla che impedisca la possibilità di modifica del file di lavoro.

Tastiera cover Surface Pro 8: tutto sulla Surface Pro Signature Keyboard

Surface Pro Signature Keyboard su Microsoft Surface Pro 8.
Surface Pro Signature Keyboard su Microsoft Surface Pro 8.

Le opinioni online sulla tastiera cover Surface Pro sono tante e ben confuse. Molti dicono che flette troppo durante la scrittura, altri che è perfetta così. Ma come va questa Microsoft Surface Pro Signature Keyboard su Surface Pro 8?

Voi che ci leggete potete immaginare quanto scriviamo e quanto utilizziamo le tastiere. A nostro parere questa flessione così pronunciata non la sentiamo. Anzi, riteniamo che le tastiere Surface siano tra le tastiere migliori per ergonomia, velocità di scrittura e per la conformazione dei tasti. Se pensiamo poi che, in uno spazio così contenuto, riesca a starci una tastiera QWERTY con tasti così ben spaziati, possiamo solo dire che Microsoft conferma l’ottimo lavoro fatto anche nei precedenti modelli.

Cover in alcantara per Surface Pro 8
Cover in Alcantara per Surface Pro 8

La tastiera in Alcantara è più morbida al tatto nella parte esterna, mentre nella parte interna la sensazione al tatto è più rigida. Probabilmente questo tipo di materiale andrà ad agevolare le operazioni di pulizia e riuscirà a reggere l’usura a seguito dello sfregamento dei polsi, che ha portato i precedenti modelli a far scollare alcune tastiere Surface.

La retroilluminazione a tre livelli è sempre la stessa da generazioni di Surface, semplice e ben fatta. Anche al buio non ci sono sbavature o imprecisioni nell’illuminazione dei tasti, e risulta molto comodo scrivere e digitare anche con scarsa illuminazione.

Il touchpad è semplice e reattivo. Avremmo gradito fosse meno rumoroso quando viene cliccato, ma questa imprecisione viene compensata dalla comodità di utilizzo, che ti fa dimenticare persino di portarti dietro un mouse professionale come il Logitech MX Master 3, che abbiamo recensito per voi.

Ho trovato una sola pecca nella nuova Signature Keyboard Surface: quando si usa Surface Pro 8 comodamente da sdraiati, l’inclinazione della tastiera nasconde la porzione più bassa del display, compromettendo la visibilità delle icone e delle altre informazioni.

Questo succede perché, a differenza delle precedenti tastiere compatibili fino a Microsoft Surface Pro 7, con la Signature Keyboard abbiamo il grande vantaggio di poter integrare la penna dentro la tastiera ma anche il compromesso di avere una sporgenza più pronunciata, sia nella parte esterna alla cover, che nella parte interna, come si vede dall’immagine.

Microsoft Surface Slim Pen 2: finalmente integrata!

Microsoft Surface Slim Pen 2 confronto con precedente Surface Pen
Microsoft Surface Slim Pen 2 confronto con precedente Surface Pen

La nuova Microsoft Surface Slim Pen 2, già nota per il suo debutto su Surface Pro X, ha una forma schiacciata e diversa dalla precedente Surface Pen circolare. Prima dell’acquisto ci siamo chiesti se avesse la stessa praticità della precedente vista la sua nuova forma Slim. Questa forma è in realtà un compromesso. Si, perché finalmente la Slim Pen 2 è integrata nella tastiera Surface e con ricarica wireless.

Basterà estrarre la penna dall’alloggiamento magnetico e comparirà sullo schermo un menu con alcune app personalizzabili, per l’avvio rapido dei principali software utilizzabili con Surface Pen. Software che si possono personalizzare per essere richiamati anche dalle gesture sulla penna, tramite il pulsante/gomma sulla parte superiore della penna stessa.

Surface Pro 8 aperto con tastiera cover e Slim Pen 2 in carica
Surface Pro 8 aperto con tastiera cover e Slim Pen 2 in carica

Chi ha posseduto almeno uno dei modelli Surface precedenti, saprà quanto era fastidioso ricordarsi di portare la penna con sé e magari trovarsi senza proprio nel momento in cui bisognava prendere degli appunti. Ma era ancora più fastidioso perderla, nonostante il sistema magnetico che consentiva di “fissare” la penna sul lato sinistro o destro (a seconda del modello Surface Pro). Adesso non è più presente il sistema di fissaggio magnetico esterno, ma potrai inserire la Slim Pen 2 direttamente nella tastiera. Vedrai un piccolo led accendersi sulla penna, ad indicare che la ricarica wireless è attiva, e non dovrai così più preoccuparti di cambiare la pila AAAA, necessaria per il funzionamento della vecchia penna Surface.

Feedback aptico su Slim Pen 2

Il feedback aptico è un’interessante novità apportata dalla nuova Surface Slim Pen 2. Microsoft sperimenta sempre nuovi modi di portare l’esperienza di scrittura ad un nuovo livello e renderla quindi sempre più realistica. La Slim Pen 2, infatti, è dotata di una leggerissima vibrazione, che varia di intensità in base alla pressione applicata durante la scrittura. Questa vibrazione restituisce un feedback simile a quella della scrittura su un foglio di carta.

L’unica pecca è che, ad oggi, non tutti i software supportano il feedback aptico di Slim Pen 2 e software come Adobe Photoshop o anche lo stesso OneNote, non sono supportati. Invece software come lo Strumento di cattura o Microsoft Whiteboard, lo strumento di condivisione di lavagne digitali, supportano il feedback aptico su Slim Pen 2 con Windows 11.

Speriamo quindi che presto Microsoft rilasci un aggiornamento per la piena compatibilità di questa interessante funzione, almeno su tutti i software di casa Microsoft.

Autonomia Surface Pro 8: quanto dura la batteria?

Autonomia Surface Pro 8
Autonomia Surface Pro 8

L’autonomia Surface Pro 8 non ci ha finora costretti a ricorrere a sistemi di ricarica alternativi. Rispetto alle 16 ore dichiarate da Microsoft, ci sentiamo di attestare la durata media in circa 8 ore con utilizzo misto: scrittura articoli, navigazione web, appunti con OneNote, e ascolto di musica con auricolari bluetooth connessi, il tutto con display a 60Hz, risparmio energetico attivato ma con luminosità al massimo, simulando una situazione di lavoro esterna.

La durata della batteria è quindi soggetta all’utilizzo che si fa del pc e delle impostazioni utilizzate. Infatti, anche risoluzioni troppo elevate contribuiscono a consumare più energia, così come frame rate alti (120Hz) o la luminosità dello schermo. Siamo quindi soddisfatti dell’autonomia di Surface Pro 8, che riesce a completare una giornata lavorativa senza problemi.

Risparmia batteria con la ricarica intelligente di Windows 11

Con Windows 11, Surface Pro 8 integra una interessante funzionalità per ottimizzare la longevità della batteria. Parliamo della ‘ricarica intelligente’ che protegge la batteria Surface Pro 8 dal deterioramento nel lungo periodo. Questa funzione è sempre attiva e viene impostata automaticamente quando viene rilevato un utilizzo prolungato del pc o temperature in aumento. In questo caso, la ricarica si interrompe fino a raggiungere una soglia massima dell’80%, visualizzando un’icona a forma di cuore sull’icona della batteria. Se invece vuoi caricare al 100% la batteria Surface puoi disabilitare questa impostazione dall’app Surface preinstallata e alla voce Ricarica intelligente troverai il pulsante Carica al 100%.

Metodi alternativi di ricarica Surface Pro

A molti è capitato di strappare il cavo del caricabatterie Surface Pro o semplicemente di perderlo. Oltre al caricatore in dotazione, potresti quindi aver bisogno di un caricabatterie Microsoft Surface aggiuntivo o di caricare il tuo Surface Pro 8 in mobilità. Per questo, sono disponibili diverse soluzioni per la ricarica del tuo Surface Pro 8, ma più in generale, per la ricarica di qualsiasi modello della linea Surface Pro.

Il caricabatterie Surface Pro standard funziona a 65W, potrai quindi orientarti su caricatori con lo stesso vattaggio e preferibilmente con tecnologia Power Delivery (PD), che non ha nulla a che vedere con la ricarica rapida Quick Charge (QC), ma che adatta automaticamente la carica in maniera ottimizzata in base al dispositivo che si vuole ricaricare, ed eroga la giusta quantità di energia senza fare alcun danno. Potrai quindi acquistare un cavo USB-C to USB-C per alimentare il tuo Surface.

Puoi inoltre caricare il tuo Surface con una powerbank. Si, se sei a corto di energia o se prevedi lunghe sessioni di lavoro con Surface, puoi acquistare una powerbank con le stesse specifiche menzionate sopra: 65W in power delivery. Ti consigliamo di tenere conto del peso di queste powerbank, perché per erogare tanta potenza generalmente aumenta anche il peso dei componenti interni e se dovrai portarlo con te è un aspetto importante da considerare. Puoi trovare utili consigli all’interno della nostra guida dedicata alle migliori powerbank.

Espandere la memoria di archiviazione su Surface Pro 8

Con Surface Pro 8 perdiamo la porta per schede microSD, ma se hai bisogno di tanto spazio di archiviazione per i tuoi software e dati personali, potresti considerare di acquistare un modello base di Microsoft Surface Pro 8 SSD ed espandere la sua memoria interna, che spesso è responsabile dei prezzi Surface Pro a volte troppo elevati anche su pc, laptop e tablet.

Retro Surface Pro 8 e cover magnetica per alloggiamento SSD rimovibile
Retro Surface Pro 8 e cover magnetica per alloggiamento SSD rimovibile

La piccola cover posteriore presente su Surface Pro 8 è la stessa di Surface Pro7+ e ospita l’alloggiamento per l’unità SSD rimovibile. Questa cover è magnetica ma per aprirla avrai bisogno dello strumento a punta utilizzato anche per la rimozione delle SIM telefoniche dagli smartphone. A questo punto troverai l’unità SSD originale che potrà essere rimossa con una semplice chiave a brugola, e con tanta cautela durante l’estrazione.

Potrai quindi acquistare un nuovo SSD, ma dovrai tenere conto del modello specifico compatibile con Surface Pro, in questo caso vale lo stesso sia per Surface Pro 8 che per Surface Pro 7+, e dovrai orientarti verso un SSD NVMe/PCIe M.2 2230. Le ultime quattro cifre rappresentano la misura dell’unità SSD, che entrerà perfettamente nell’alloggiamento.

Ti consigliamo i migliori SSD Surface Pro, tieni d’occhio quindi i link di seguito perché su Amazon offerte sconti SSD sono all’ordine del giorno.

Dopo aver inserito la nuova unità SSD è sempre meglio applicare della pasta termica tra l’unità SSD e la cover Surface per dissipare meglio il calore.

Per espandere la memoria di archiviazione su Surface Pro 8 ti basterà quindi scaricare su una chiavetta USB (almeno 16 GB) il tool di ripristino per Surface. Dovrai poi avviare il tuo Surface Pro 8 in modalità ripristino tenendo premuto il pulsante volume giù + il tasto di accensione. Vedrai quindi una procedura guidata che ti assisterà, tramite il ripristino da USB, nella configurazione del sistema operativo sul tuo nuovo drive SSD Surface Pro.

Archiviare file e cartelle su OneDrive per aumentare la capacità di archiviazione di Surface Pro 8

In alternativa, puoi considerare l’utilizzo di OneDrive, in modo da archiviare tutti i tuoi dati in cloud e richiamare solo quelli che ti servono per il download in locale sul tuo Surface. Con OneDrive avrai la piena visibilità di tutti i tuoi file e cartelle nel cloud, direttamente dal tuo pc, ma finché non vengono scaricati non occuperanno spazio SSD. In questo modo puoi permetterti di avere anche un SSD non troppo capiente e scaricare i file dal cloud solo quando ne hai bisogno.

Vetro temperato opaco per Surface Pro 8

Vetro temperato 9H opaco applicato su Surface Pro 8
Vetro temperato 9H opaco applicato su Surface Pro 8

Vi consigliamo l’utilizzo di un vetro temperato opaco per il vostro Surface Pro 8. Alcuni lo utilizzano a scopo protettivo, ma nelle foto presenti su questo articolo avrete visto che non ci sono riflessi sullo schermo del nostro Surface Pro 8. Sembra un accessorio banale, ma crediamo che per chi lavora in mobilità è indispensabile diminuire il più possibile i riflessi sullo schermo, per stancare meno gli occhi e per risparmiare anche sulla batteria evitando di tenere la luminosità al massimo, il tutto con una spesa minima.

Questo è merito del vetro temperato antiriflesso per Surface Pro 8 di TECHGEAR, che abbiamo acquistato ad un prezzo irrisorio e testato per diverse settimane. In commercio si trovano molte pellicole opache, ma quasi nessuna in vetro temperato 9H per Surface Pro 8. Il vantaggio del vetro temprato, oltre che ad una maggiore protezione in caso di urto accidentale, sta semplicemente nella facilità di applicazione. La superficie rigida infatti vi consentirà di applicare il vetro temperato senza bolle e al primo colpo.

Possiamo confermare che questo tipo di vetro temperato non interferisce con le funzionalità touch né con la penna Surface. La reattività touch è perfettamente funzionante in tutti i punti dello schermo e utilizziamo la Slim Pen Surface senza alcun problema.

Pro e contro di Microsoft Surface Pro 8

  • Comodo schermo da 13 pollici ben ottimizzato nelle dimensioni 0% 0%
  • Slim Pen 2 integrata con ricarica wireless e feedback aptico 0% 0%
  • Leggero e versatile 0% 0%
  • Elevata qualità dei materiali 0% 0%
  • 2 porte USB-C Thunderbolt 4 0% 0%
  • ROM SSD espandibile 0% 0%
  • Tastiera ben progettata per una digitazione comoda e silenziosa 0% 0%
  • Nessuna porta USB-A (solo USB-C) 0% 0%
  • Manca un MicroSD Card Reader 0% 0%
  • Posizione scomoda del tasto di accensione 0% 0%

Le nostre conclusioni su Surface Pro 8

Abbiamo amato Surface Pro 8 fin da subito per il suo display 13 pollici ampio e luminoso. Surface Pro 8 è perfetto per lavorare in mobilità. Abbiamo avuto inizialmente qualche dubbio sull’acquisto, solo per la mancanza dello slot microSD e della porta USB-A standard. Ma per quello che offre Surface Pro 8 questo è diventato solo un piccolo compromesso.

Surface Pro 8 è il convertibile 2 in 1 più completo visto che adesso è possibile collegare una scheda grafica esterna tramite le porte Thunderbolt 4. In generale, rispetto a Surface Pro 7 è stato fatto un grande improving sulle performance anche grazie al sistema di raffreddamento attivo che fa molto bene il suo lavoro.

Una piccola critica sul pulsante di accensione, che sarebbe stato meglio posizionare nella parte superiore, come su Pro 7. Si trova infatti vicino alle porte Thunderbolt 4 e durante l’inserimento o disinserimento di un cavo, o durante il trasporto in uno zaino o mentre si prende appunti, spesso può capitare di premerlo involontariamente. Nonostante questo la qualità costruttiva percepita durante l’utilizzo è ottima e curata in ogni dettaglio.

In generale ci sentiamo di consigliare Surface Pro 8 per chi ha bisogno di lavorare in mobilità. Con questo 2 in 1 Microsoft eleva la gamma Pro ad un device molto più completo ed in grado di elaborare task anche più complessi.

Offerta
Microsoft Surface Pro 8 – 13' Processore Intel® Core™ i5-1135G7 11° Gen, 8GB/128GB Wi-Fi Platino
946 Recensioni
Microsoft Surface Pro 8 – 13" Processore Intel® Core™ i5-1135G7 11° Gen, 8GB/128GB Wi-Fi Platino
  • La potenza di un portatile e la flessibilità di un tablet, con tutte le angolazioni intermedie.
  • Abilitato per Windows 11 Home.
  • Schermo touchscreen PixelSense da 13" Flow, risoluzione 2880x1920 (267 PPI).
Offerta
Microsoft 8PQ-00003, Surface Pro 8 - 13' Processore Intel Core i5-1135G7 11° Gen, 8GB/256GB Intel Evo Wi-Fi Platino
946 Recensioni
Microsoft 8PQ-00003, Surface Pro 8 - 13" Processore Intel Core i5-1135G7 11° Gen, 8GB/256GB Intel Evo Wi-Fi Platino
  • La potenza di un portatile e la flessibilità di un tablet, con tutte le angolazioni intermedie.
  • Basato sulla piattaforma Intel Evo, abilitato per Windows 11 Home.
  • Schermo touchscreen PixelSense da 13" Flow, risoluzione 2880x1920 (267 PPI).
Microsoft Surface Pro 8 – 13' Processore Intel Core i5-1135G7 11° Gen, 8GB/512GB Intel Evo Wi-Fi Platino (EBP-00003)
948 Recensioni
Microsoft Surface Pro 8 – 13" Processore Intel Core i5-1135G7 11° Gen, 8GB/512GB Intel Evo Wi-Fi Platino (EBP-00003)
  • La potenza di un portatile e la flessibilità di un tablet, con tutte le angolazioni intermedie.
  • Basato sulla piattaforma Intel Evo, abilitato per Windows 11 Home.
  • Schermo touchscreen PixelSense da 13" Flow, risoluzione 2880x1920 (267 PPI).

Le nostre guide dedicate all’ecosistema Microsoft Surface

Se desideri approfondire tutte le varianti proposte da Microsoft all’interno del suo ecosistema Surface, ti invitiamo alla lettura delle nostre guide dedicate:

Angelo Arlotta

Angelo Arlotta

Appassionato di viaggi, fotografia e web design. Ho un carattere meticoloso e attento, pondero sempre le mie decisioni e i miei acquisti. Amo circondarmi della migliore tecnologia al miglior prezzo, al costo di dedicare ore alla valutazione dell'acquisto migliore. LinkedIn

Condividi questo articolo

Leggi anche

Migliore macchina caffè capsule del 2023

Migliore macchina caffè capsule del 2023

Se ti stai domandando quale sia la migliore macchina caffè capsule del 2023, all'interno di questa guida all'acquisto ti forniremo la risposta, mostrandoti i 5 modelli col migliore rapporto qualità/prezzo, ognuno specifico per una determinata marca di capsule....

Migliori macchine caffè manuali

Migliori macchine caffè manuali

All'interno di questa guida all'acquisto delle migliori macchine caffè manuali desideriamo mostrarti i 5 modelli più interessanti sul mercato in questo 2023. Scegliere una macchina caffè manuale significa acquistare un ottimo compromesso tra qualità e risparmio....

Migliori macchine caffè espresso 2023

Migliori macchine caffè espresso 2023

Il caffè espresso: un irrinunciabile piacere per noi italiani. Corto, lungo, cremoso, macchiato e chi più ne ha più ne metta, il caffè espresso rappresenta un vero e proprio rituale, per prendersi una pausa e ricaricare le energie per affrontare le giornate più...

Migliori macchine caffè con macinacaffè 2023

Migliori macchine caffè con macinacaffè 2023

Sei un amante del caffè espresso e desideri preparare in casa un caffè cremoso e gustoso come al bar? In tal caso ti diamo il benvenuto all'interno di questa guida all'acquisto, dove ti mostreremo e analizzeremo per te le 5 migliori macchine caffè con macinacaffè sul...

Miglior tablet economico (sotto i 200 euro)

Miglior tablet economico (sotto i 200 euro)

All'interno di questa guida all'acquisto del miglior tablet economico ti mostreremo 5 modelli di tablet sotto i 200 euro, ognuno migliore in base alle caratteristiche tecniche che lo contraddistinguono. I tablet sono ormai entrati a far parte della vita quotidiana di...